Sono le di
SPI-CGIL Salerno Via F. Manzo, 64 -84100 SALERNO 089.2857214 089.225702 webmaster@spicgilsalerno.it

Spi e studenti di Nocera Inferiore sintonizzati sul progetto "Memoria e Futuro"

La Lega SPI-CGIL di Nocera Inferiore (SA), guidata dal capolega Lorenzo Coretto, avendo preso atto che i giovani di oggi, per la crisi economica, sociale e culturale della società, vivono ripiegati sul presente, senza legami profondi con le radici della nostra storia repubblicana e senza grandi speranze per  il futuro, ha ritenuto proprio dovere morale, politico e culturale promuovere un rapporto con le nuove generazioni,  per sviluppare una cultura della Memoria, al fine di costruire un futuro migliore più rispettoso della libertà e della dignità di ogni persona.                                            Ha proposto, per questo, per una prima sperimentazione, a due Istituti professionali di Nocera Inferiore, IPSSEOA “D. REA” e IIS “CUOMO-MILONE”, il Progetto “MEMORIA e FUTURO”, con le seguenti finalità: 1) Sviluppare, nei giovani, una cultura della Memoria, non come ritorno al passato, non come “retrotopia” – per dirla con Zigmunt Bauman – ma come recupero delle radici e dei valori che stanno a fondamento della nostra Repubblica; 2) Coltivare, quindi, la Memoria come attualizzazione dei valori della Resistenza e della lotta di Liberazione, tradotti e incarnati nella nostra Costituzione Repubblicana; 3) Sviluppare, perciò la Memoria – per dirla con Gustav Mahler – “non come venerazione delle ceneri, ma come accensione di un fuoco”.                                                                                                                                                                                                           “Il Progetto – spiega il Prof. Lino Picca del Dipartimento Cultura della Lega - è stato finalizzato, quindi, a fare memoria del 25 Aprile, Festa della Liberazione, e del 2 Giugno, Festa della Repubblica e della Costituzione. Sono state coinvolte, nel Progetto, le 10 classi Quarte dell’IPSSEOA “D. Rea” (200 studenti) e le 4 classi Quarte dell’IIS “Cuomo-Milone” (70 studenti), in 2 incontri: il primo, dedicato a fare memoria del 25 Aprile e il secondo dedicato a fare memoria del 2 Giugno. Il primo Incontro si è svolto con la visione e la discussione del film “Il Generale Della Rovere”, capolavoro di R. Rossellini, Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia 1959, mentre il secondo – continua il Prof Picca -                                                                         è stato incentrato sulla discussione dell’art.3 della Costituzione, attraverso la visione e il dibattito su 4 brevi Video: 1) - l’intervento di R. Benigni sul primo comma dell’art.3; 2) - intervento di Lelio Basso sul secondo comma dell’art.3; 3) - iniziativa di una scuola sull’art.3; 4) - ascolto di un Rap della Costituzione e del capolavoro dei Beatles “IMAGE”, cantato in italiano da un coro di giovani”.                                                                                                                                                                                      Il risultato di questi due incontri è stato ottimale. Il primo incontro ha prodotto una discussione e una riflessione molto interessante – stimolata dall’animatore dott. Giancarlo Palumbo – sulla necessità e il dovere di prendere posizione e d’impegnarsi di fronte a situazioni di disagio e malessere sociale, come allora fecero i partigiani, di fronte all’oppressione nazifascista, e come oggi occorre fare di fronte ai problemi generati dall’aumento delle diseguaglianze, dalla fame. dalle guerre, dai cambiamenti climatici e dall’emigrazione prodotta proprio da tutto ciò.                                                                                                                             Nel secondo incontro sull’ art.3, gli studenti, opportunamente stimolati dai video presentati da Coretto e Picca, hanno preso coscienza che la Costituzione deve essere ancora ampiamente attuata sia in riferimento al primo comma rispetto a discriminazione di sesso e di razza, sia in riferimento al secondo comma rispetto alle diseguaglianze aumentate e all’insufficiente e inadeguato impegno dello stato a rimuovere gli ostacoli di tipo economico e sociale, in particolare, nel campo della salute e dell’istruzione.                                                                                                                                          “La soddisfazione più grande è venuta, però, alla conclusione del secondo incontro, allorché sia gli studenti del          “D. Rea” che gli studenti del “Cuomo-Milone” ci hanno chiesto di continuare questa esperienza anche l’anno prossimo, tenendo conto che frequenteranno la classe Quinta e che le tematiche affrontate potranno essere utili anche in vista dell’esame finale in riferimento alla materia “Cittadinanza e Costituzione”, ha sottolineato il Segr. Gen. Spi-Cgil della Provincia di Salerno, Gerardo Barrella. 

27/05/2019 Ufficio Stampa SPI-CGIL Salerno 

(Stampa questa pagina)

 
Copyright © 2005 SPI-CGIL SALERNO Via F. Manzo, 64,- 84100 SALERNO Sito Realizzato da Centro Sviluppo Web -CGIL Bellizzi (SA) Tel. 0828.1848110