Sono le di
SPI-CGIL Salerno Via F. Manzo, 64 -84100 SALERNO 089.2857214 089.225702 webmaster@spicgilsalerno.it

Nel convegno di Angri si stringe il cerchio contro le truffe e furti agli anziani

Il Sindacato Pensionati Italiani Cgil della provincia di Salerno continua la sua battaglia culturale per  affermare sempre più i valori della tutela dei cittadini più esposti rispetto al crescente fenomeno di furti, truffe e raggiri a danno dei meno tutelati. In questo contesto, lo Spi-Cgil ha svolto  nei giorni scorsi, presso l’Aula Consiliare di Angri, in sintonia con  l’ Amministrazione comunale  e con  la locale sezione dei pensionati Cgil,  un interessante  Convegno con al centro lo slogan “NON CI CASCO”.  L’iniziativa di Angri, che si aggiunge agli altri appuntamenti sul tema svolti di recente a  Nocera Inferiore,  Scafati, Cava de’ Tirreni, Salerno e Battipaglia, Baronissi,  ha registrato, infatti, significativa  attenzione e sensibilità, sia per la massiccia partecipazione dei cittadini che per la determinazione emersa dagli  interventi che si sono susseguiti nel dibatito. Un dibattito a 360 gradi, introdotto e coordinato dall’esperta Rosanna Ciuffi (Segreteria SPI-CGIL Salerno),  condito di idee, proposte e dati volti a stimolare e promuovere una propositiva sinergia tra Enti Locali, Forze dell’Ordine e Organizzazioni Sociali per attivare,  soprattutto  nelle aree più a rischio dell’Agro e dell’intera Provincia  di Salerno,   provvedimenti mirati a potenziare i livelli di prevenzione e di sicurezza per ridare serenità e certezze alle popolazioni delle località più esposte alle incursioni malavitose di truffatori e microcriminalità.
Rispetto a questa impostazione,  il confronto a più voci sviluppatosi  presso i locali dello storico Castello Doria,  ha fatto emergere  segnali positivi per una risposta concreta alle attese di tranquillità dei tanti anziani soli e più esposti a pericoli  di ogni genere. Un altro dato da non sottovalutre è che tutti gli intervenuti,  anche se con sfumature diverse, hanno concordato di armonizzare meglio le potenzalità socio-culturali  e di sicurezza che gli Enti Locali, le Forze dell’Ordine e le Organizzazioni Sociali possono mettere in campo sul territorio locale e provinciale per  sconfiggere il crescente fenomeno della microcriminalità  e per ridare energie e fiato ai valori della sicurezza e delle certezze essenziali per  la crescita, all’insegna della democrazia, del lavoro, dei diritti e della convivenza civile e solidale,  di una realtà territoriale capace di rimboccarsi le maniche e risollevarsi dai momenti difficili attraversati nell’ultimo secolo, a partire dalla desertificazione lasciata alle spalle dalla seconda guerra mondiale e da dissesti idrogeologici e  terremoti che spesso si affacciano lungo la Penisola e in particolare in Campania.     
Nel dibattito sono intervenuti: il  Sindaco di Angri  Cosimo Ferraioli;  Il Comandante del Nucleo Operativo Carabineri dell’Agro,  Ten. Col. Francesco Mortari;  l’Assessore alle Politiche Sociali Maria D’Aniello; il Dirigente del Commissariato P.S. di Nocera Inferiore , Luigi Amato. Le conclusioni dell’importante appuntamento socio-culturale  sono state affidate  a Gerardo Barrella, numero uno del Sindacato Pensionati Italiani Cgil della provincia di Salerno. Barrella inizia ringraziando tutte le autorità intervenute e la folta rappresentanza in sala  dei pensionati dell’Agro, sia per la sensibilità che mostrano in ogni occasione di confronto sui problemi sociali, sia per lo slancio solidale che mettono in campo ogni volta che occorre dare un sostegno morale  a chi ha  la sventura di imbattersi nelle grinfie dei tanti imbroglioni  e truffatori in circolazione anche nel salernitano. Sempre in tema di ringraziamenti, sottolinea il lavoro svolto dalle pensionate e dai pensionati della zona per la riuscita dell’iniziativa. In questo ambito plaude l’impegno messo in campo dai componenti della Segreteria, Rosanna Ciuffi e Gennaro Schettino, che hanno curato ogni particolare per  evitare disagi ai convenuti. Prima di far calare il sipario sulla manifestazione, Barrella ci tiene ad evidenziare la disponibilità delle Forze dell’Ordine ad accogliere i nostri inviti e a dare i suggerimenti più opportuni agli anziani per  evitare di essere  truffati o raggirati.  Infine, oltre a condividere la proposta di agire in sinergia tra Istituzioni, Forze dell’Ordine e Organizzazioni Sociali  per essere più rispondenti alle esigenze dei cittadini, lancia l’invito alle vittime di questi  imbroglioni di non essere restie a denunciare il tutto alle autorità preposte.

 


Angri, 12  aprile 2018  Ufficio Stampa Spi-Cgil Salerno   

(Stampa questa pagina)

 
Copyright © 2005 SPI-CGIL SALERNO Via F. Manzo, 64,- 84100 SALERNO Sito Realizzato da Centro Sviluppo Web -CGIL Bellizzi (SA) Tel. 0828.1848110