Sono le di
SPI-CGIL Salerno Via F. Manzo, 64 -84100 SALERNO 089.2857214 089.225702 webmaster@spicgilsalerno.it

A Sapri sale la tensione per disservizi e scandali nelle prestazioni sanitarie

Il sindacato pensionati Cgil programma un’assemblea pubblica 

“I fatti giudiziari che stanno evidenziando un vero e proprio sistema di corruzione e di illegalità all’interno del reparto ostetricia e ginecologia  dell’Ospedale di Sapri ci lasciano sgomenti e sconfortati”.
Inizia così la nota che i rappresentanti Cgil e Spi di Sapri, di Cittadinanza Attiva, del  Tribunale per i Diritti del Malato e del Comune hanno inviato alle autorità preposte della Regione Campania affinché intervengano per ridare certezze nel servizio e tranquillità a operatori e degenti.
“Senza voler entrare nel merito di quanto sta emergendo dalle indagini in corso, perché sarà la Magistratura a  stabilire eventuali responsabilità individuali o collettive, ritengo necessario  sottolineare – spiega Gerardo Triani, segretario del Sindacato pensionati Cgil di Sapri – che negli ultimi tempi nel Golfo di Policastro la vita quotidiana di residenti e turisti  scorre all’insegna dei disservizi che vengono segnalati nel campo della Sanità.
In effetti - prosegue il rappresentante dei pensionati -  da mesi, insieme alle istituzioni  e alle organizzazioni sociali più sensibili,  siamo costretti ad intervenire frequentemente, ai vari livelli, per tentare di salvaguardare  prestazioni e servizi essenziali destinati alla tutela della salute dei cittadini di ogni età”.
Intanto, a conferma di quanto sostiene Triani, è di oggi  la notizia,  riportata dal quotidiano “La Città”, che recentemente, persone anziane, che dovevano effettuare alcuni esami presso l’ospedale di Sapri, sono state dirottate presso altri ospedali (Eboli, Oliveto Citra o Nocera Inferiore) perché nella città della “Spigolatrice” non era più possibile effettuarli.
“Oltre a queste sconcertanti situazioni – aggiunge Triani – l‘elenco dei disservizi potrebbe continuare a lungo, ma per brevità ve lo risparmio anche se non posso evitare di ricordare, alle istituzioni, all’Inps e alle autorità interessate, la cosiddetta “ciliegina”: a causa della soppressione a Sapri della commissione medico-legale invalidità, i cittadini del  Cilento, per sottoporsi a visita medica presso questa struttura Inps, sono costretti a recarsi a Salerno (circa 320 chilometri il viaggio di andata e ritorno)”.
Per discutere questi  argomenti, il Sindacato Pensionati Cgil ha in programma a Sapri, in sintonia con CittadinanzaAttiva, Tribunale del Malato e  Comune,  un’assemblea pubblica.

24 agosto 2016  Ufficio Stampa Spi-Cgil  Salerno           

(Stampa Pagina) Condividi su: C Condividi su:
 
Copyright © 2005 SPI-CGIL SALERNO Via F. Manzo, 64,- 84100 SALERNO Sito Realizzato da Centro Sviluppo Web -CGIL Bellizzi (SA) Tel. 0828.1848110